Privacy Policy
Pages Navigation Menu

Silvia Carocci confluisce nel progetto di DeCastris

image

Alla fine anche l’amazzone di via Cardinal Scipione Borghese ha ceduto. Si ritira con l’onore delle armi e rinuncia ad una sua candidatura a sindaco ripiegando sul suo compagno di partito Fabrizio DeCastris.
Sono stati giorni travagliati, giorni in cui Silvia ha vissuto un confronto con le persone che la sostenevano ed alla fine ha fatto la scelta che ha ritenuto più proficua per la comunità, prima che per se stessa.
Resta da capire la ragione della sua rinuncia ad un progetto che aveva strenuamente sostenuto, tanto da forzare la mano sulle primarie.
Resta da capire anche cosa comporterà questa scelta. Silvia sarà candidata al fianco di DeCastris? Le persone che la sostenevano che fine faranno? Entreranno in lista o collaboreranno con il laboratorio?
Non si può pensare che Silvia non avesse una bozza di lista, e ad un mese dalle elezioni le persone presenti in quella bozza avevano iniziato la loro campagna elettorale portando in dote un certo numero di voti. Quelle persone chi sono e che intenzioni hanno?
Inizio a credere che sia quantomeno necessario un chiarimento sulle liste da parte di tutti i candidati perchè proclami a parte ciò che conta è chi poi sarà deputato a gestire il controllo della nostra amministrazione.
Comunque questi sono i fatti. Nasce Artena cambia e a breve sapremo chi avrà l’onere e l’onore di provare a cambiare Artena.
Ormai il quadro si va chiarificando. Le liste saranno quella di DeCastris, quella di Angelini, Adolfo Mele con il m5s e Armando Conti con Impegno Civico. Di Alberto Riccitelli non si ode nulla da tempo ed inizio a pensare che seguirà il destino di Silvia…ora rimane da capire se e dove vorrà confluire.
Una campagna elettorale con quattro liste, dunque. Una vecchia credenza popolare (adelelashekkia docet) ritiene che in una corsa a tre si inserisca un quarto per favorire la lista con più voti sicuri( altra vecchia usanza che poco sopporto personalmente). In questa tornata non è stato necessario perchè M5s e Impegno civico hanno ritenuto di concorrere separatamente rischiando di spartirsi la stessa fetta di voti attingendo al medesimo bacino. Ma queste sono solo chiacchiere, vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.

Intanto vi alleghiamo il comunicato di questo nascente sodalizio.

“Silvia Carocci ha accettato l’invito a unirsi al mio percorso e insieme l’abbiamo chiamato “Artena Cambia”- così dichiara il candidato sindaco Fabrizio De Castris – “Silvia saprà apportare contributi importanti in linea con le sue riconosciute capacità, e con la sua partecipazione attiva alla vita sociale e politica di Artena. È per me motivo di grande gioia sapere che cresce e diventa più forte il vento riformatore della lista di Artena Cambia. Ora avanti, nella direzione che tutti vogliamo prendere: insieme, Riscriviamo Artena!”.

“Ho deciso di andare avanti nel cambiamento”, così commenta Silvia, che continua: “Ho messo davanti a tutto l’interesse per la mia città e non la mia persona. Come ho sempre detto la novità sta prima di tutto nei metodi. Per questo ho deciso di lavorare fianco a fianco con Fabrizio de Castris, perché insieme possiamo essere giusti per Artena, insieme possiamo riscrivere la nostra città”.

  • jozmile

    A questo punto io allora capisco sempre meno a cosa è servita la storia delle primarie del PD Artena.

    Ai posteri l’ardua sentenza…

    Di sicuro a 37 giorni dalle elezioni ancora stiamo parlando di chi entra in lista e dei soliti programmi campati per aria. Come dice un mio caro conoscente: “… E l’omo campa…”

  • Francesco

    Mi sembra un modo di fare della vecchia politica… si fanno accordi di partito… un sindaco che si candida da solo e assegna cariche importanti per creare alleanze strategiche… che non hanno mai fatto bene ad Artena… non vorrei che dietro questa maschera si nasconda il volto della vecchia giunta Petrichella…